I fari d’Europa: le nostre frontiere al contrario

Autori

Alice Gioia
Wirginia Loboda
Elisabetta Ranieri

Descrizione

Ci sono cose che arrivano nel momento giusto, ma quando meno te le aspetti. E così è stato per noi questo viaggio alla ricerca della storia e delle storie dei fari portoghesi, e di quelli che ci vivono attorno.

In passato, il faro era il centro della vita del villaggio, e il farolero una figura chiave nella comunità. Sull’isola di Faro ancora adesso raccontano i mondiali dell’82, visti dentro la sala comune del Faro, o delle notti estive passate a suonare la chitarra sotto l’unica luce dell’isola.

Il nostro é un percorso che segue la linea immaginaria dei fari disseminati lungo la costa, dai villaggi della Galizia, dove gli abitanti tengono testa alle multinazionali e raccontano leggende di poeti vampiri, scendendo lungo tutto il Portogallo. Destinazione: Faro, passando per Coimbra, sede della più antica università portoghese, Porto con la sua romantica fatiscenza, Lisbona imponete e misteriosa e poi la Costa Do Sul dove ci siamo perse fra le insenature nascoste tra le rocce e le spiagge dei surfisti. “Rema, rema,rema… nuota, nuota, nuota e poi alza le braccia e guarda sempre avanti”. Riuscire a prendere un’onda é come riuscire a cogliere per un attimo la vita. E in questi attimi di vita siamo state accompagnate da pescatori, artisti, venditori di storie e chincaglierie, studenti coraggiosi e anime solitarie. Abbiamo compreso che il viaggio non é solo accettare quello che il tragitto ti regala: é il mettersi in gioco, testare i propri limiti, scoprire sé stessi.

 

 

Maggiori dettagli: https://ifarideuropa.wordpress.com

Contatti del referente

Wirginia Loboda:
ifarideuropa@gmail.com