U-Turn

Autori

Vasilis Vasiliou
Francesca Lacroce

Descrizione

Mediterranean sea with coast

Questo viaggio si propone di riscoprire la cultura greca italiota presente nel sud d’Italia, attraverso un percorso in macchina di tre settimane, da Roma verso i paesi grecofoni della Grecia Salentina (Puglia) e della Bovesia (Calabria). L’impulso principale per tale impresa nasce dall’esigenza di conoscere e trasmettere questi tratti culturali così preziosi derivanti dalla presenza in Italia di comunità grecofone sconosciute ai più. I pochi custodi rimasti, che hanno fatto esperienza di questo tipico modo di vivere, sono ancora presenti in minuscoli paesi alle pendici dell’Aspromonte o trasmettono la memoria dei propri avi, riproponendo antiche tradizioni popolari.

Il team – composto da un artista greco-cipriota, chiamato twenty three, e una storica dell’arte italiana, Francesca Lacroce – raccoglierà voci, immagini e aspirazioni di una cultura che sta progressivamente scomparendo dalla vita quotidiana di questi luoghi, con l’idea di condividerne i tratti distintivi attraverso il mezzo artistico: due opere murali saranno realizzate in due comuni da selezionare durante il viaggio (uno in Puglia e uno in Calabria); inoltre verrà creato un artzine basato sul diario di bordo.

Le opere d’arte sulle facciate divulgheranno in situ l’essenza di questi luoghi, mentre l’artzine con il diario illustrato sarà distribuito, sia in versione cartacea sia digitale, con l’obiettivo di diffondere questa esperienza anche al di fuori dei confini regionali.

Il viaggio si comporrà dei seguenti itinerari:

- da Roma ai paesi della Grecia Salentina (Calimera, Sternatia, Zollino, Colligiano d’Otranto, Castrignano dei Greci, Martano, Martignano);

- dalla Grecia Salentina ai paesi della Bovesia (Bova, Brancaleone, Condofuri, Staiti, Gallicianò e Melito di Porto Salvo)

- dalla Bovesia al comune di Riace e ritorno a Roma.

La tappa finale presso Riace, il comune italiano simbolo dell’accoglienza, vuole essere un modo per celebrare l’incontro tra culture e la reale possibilità di creare una coesistenza multiculturale felice e fruttuosa.

L’idea per questo viaggio s’ispira a una canzone in lingua grika di Franco Corlianò, intitolata “Klama (Andramu Pai)”, che lamenta la difficoltà di lasciare la propria terra per necessità. Pertanto, questo progetto vuole anche riconnettersi alle tante storie che confluiscono in una universale: una storia che inizia con uno spostamento nello spazio e che descrive il bisogno vitale di cercare condizioni di vita adeguate alle proprie esigenze materiali e spirituali.

Benefit:

- 10 euro: cartoline delle opere murali

- 20 euro: una copia del diario illustrato/artzine

- 50 euro: illustrazioni tratte dal viaggio (stampate a colori in a4)

- 100 euro: ritratti narrativi del viaggio (realizzati in digitale e stampati in   A2)

- 200 euro: opera in stencil su tavola di legno

 

 

{EN}

This journey aims to rediscover the Italiot Greek culture in Southern Italy, by undertaking a three-week car route from Rome towards the Greek-speaking villages of Grecia Salentina (Puglia) and Bovesia (Calabria). The main impulse for this enterprise stems from the urgency to understand and transmit overlooked cultural traits, coming from the presence of Greek speaking villages. The few ‘guardians’ left, who have experienced this specific way of life, are still living in tiny villages on the slops of Aspromonte Mountain or they transmit the memory of their own ancestors, by re-proposing ancient folk traditions.

The travelling team, composed of Greek-Cypriot artist, twenty three, and Italian art historian, Francesca Lacroce, will collect voices, images and aspirations from a culture that is progressively disappearing in its daily function, with the idea of sharing them through artistic means: two mural paintings will be realized in two villages to be chosen during the journey (one in Puglia and one in Calabria) and an artzine will be produced, based on the chronicles of the trip.

The artworks on the walls will embody and disseminate the essence of these areas on site, whereas the artzine with the visual diary will be distributed both on paper and online, so as to spread this experience outside these regions as well.

The journey will have the following itineraries:

- from Rome to Grecia Salentina’s villages (Calimera, Sternatia, Zollino, Corigliano d’Otranto, Castrignano dei Greci, Martano, Martignano);

- from Grecia Salentina to Bovesia’s villages (Bova, Brancaleone, Condofuri, Staiti, Gallicianò and Melito di Porto Salvo);

- from Bovesia to the Calabrian village of Riace and back to Rome.

The final stop in Riace, an Italian village that became a welcoming symbol, is meant as a way to celebrate the inter-cultural encounter as such and the actual possibility for an enriching multicultural co-existence.

The concept for this journey was inspired by a Griko song by Franco Corlianò, “Klama (Andramu Pai)”, lamenting about the difficulty of leaving one’s land out of necessity. As such, this project wants to reconnect to a universal history which starts with a movement across space and that describes a vital need to search for appropriate life conditions that respond to material as well as spiritual needs.

Benefits:

- 10 euro: postcards of the murals

- 20 euro: a copy of the visual diary-artzine

- 50 euro: landscape illustrations (A4 colour prints)

- 100 euro: narrative portraits (digitally drawn; A2 colour prints

- 200 euro: stencil artwork on wood

 

 

Contatti del referente

Francesca Lacroce
uturn.trip@gmail.com