Spomenik: la Jugoslavia che resta

Autori

Veronica Tosetti
Stefano Fasano
Eliana Albertini

Descrizione

 

banner1

 

Quanta Jugoslavia rimane oggi nei Balcani?

Spomenik è una parola serbo-croata, letteralmente significa “monumento”. Riferita al contesto balcanico tuttavia essa si riferisce ad una particolarissima tipologia di opera. Gli Spomenik sono infatti tutti quei manufatti costruiti durante la dittatura socialista di Josip Broz Tito. Sono solitamente memoriali di guerra, enormi totem eretti nei luoghi dove si sono tenute battaglie importanti e ideati per ricreare, in un nuovo stile architettonico a tratti futuristico e spesso indecifrabile, un’identità jugoslava trasversale. Per cui andare alla loro riscoperta equivale alla ricerca di una cultura a volte volutamente dimenticata, dei monumenti religiosi di un culto laico ormai scomparso… Fino a un certo punto. Ci chiamiamo Stefano, Veronica e Eliana, siamo tre viaggiatori con dei sogni abbastanza irrequieti da non riuscire a stare nel cassetto. L’obiettivo è sì quello di raccontare i Balcani di oggi attraverso il filtro della Jugoslavia di ieri, ma vogliamo farlo attraverso la lente del reporter, la penna della scrittrice e la matita della disegnatrice, che permetterà di “vedere” attraverso le tavole le sensazioni, le emozioni e la realtà del viaggio vissuta in prima persona. L’unione di questi tre elementi (scritto, disegno e fotografia) la storia personale di un viaggio alla scoperta di qualcosa che non c’è più, ma continua a esistere, il reportage giornalistico per far conoscere storie e fatti da raccontare, e il lato visivo e grafico, che ne fa emergere il lato nascosto.

L’obiettivo è quello di unire questi tre aspetti, per produrre un reportage grafico finale, in grado di riassumere omogeneamente queste tre linee direttrici.

Ogni monumento, in fondo, è una piccola tappa all’interno di quella che fu la Jugoslavia, rappresentato graficamente nella sua storia e nel suo presente. Il paesaggio ci permette di far vivere le storie comuni di personaggi ad esso legati e di dargli, in un certo senso, anche una vita e una personalità.

Seguiteci nel viaggio sulla pagina Facebook “Spomenik, la Jugoslavia che resta”

Per ringraziarvi del vostro supporto, perché è solo grazie a voi se questo progetto si potrà realizzare, abbiamo pensato ad alcuni piccoli segni della nostra gratitudine:

10 euro: un grande grazie! Insieme all’inserimento del tuo nome nella pagina dei sostenitori del nostro lavoro finale. Ad imperitura memoria!

15 euro: ringraziamenti, insieme ad una cartolina spedita da un Paese a vostra scelta nel corso del nostro viaggio. Anche brutta, a richiesta.

20 euro: ringraziamenti, insieme alla cartolina e al Pdf del nostro reportage

25 euro: ringraziamenti, 2 adesivi raffiguranti gli Spomenik disegnati dalla nostra artista Eliana, una mirabolante cartolina e il Pdf del nostro reportage

30 euro: ringraziamenti, 5 adesivi di 5 Spomenik differenti (abbastanza per farci conoscere su tutti i divieti di sosta della vostra città), una lettera scritta a mano con uno schizzo del viaggio e spedita, insieme al Pdf del nostro reportage

50 euro: ringraziamenti, 5 adesivi, in più una tavola o foto stampata in formato 20×30 con dedica da parte degli autori, una lettera di viaggio anche per voi, in più il nostro reportage finito, ma in formato cartaceo!

100 euro: ringraziamenti, una lettera anche per voi, insieme alla stampa cartacea del nostro reportage e una tavola o fotografia originale del viaggio a scelta stampata su tela

200 euro: ringraziamenti, una lettera di viaggio, il nostro reportage stampato su carta per voi, una tavola originale su tela più un modellino 3D di uno Spomenik. (Abbracci su richiesta)

“Spomenik, la Jugoslavia che resta” è un progetto di viaggio di Stefano Fasano, Veronica Tosetti e Eliana Albertini

mappa8

spomenik_log

kkk

[EN]

What remains of Tito’s Yugoslavia in the hearts and minds of Serbians, Croatians, Slovenians, Montenegrins, Bosnians, Kosovars and Macedonians? What form do these remnants take across the Balkans, today?

Spomenik is a Serbo-Croat word, literally translating as “monument”. However, in the Yugoslavian context, it refers to a very particular style of architecture. Spomeniks are all those monuments built under the socialist dictatorship of Josip Broz Tito. Usually war memorials, they consist of enormous totems erected on the sites of important WWII battles, designed to create a new, transversal Yugoslavian identity with a futuristic, mysterious architectural style. Rediscovering these creations means seeking a culture, perhaps now purposefully hidden, represented by monuments of a secular religion, nowadays near forgotten. Though not for long…

We are Stefano, Veronica and Eliana, three travellers with the urge to tell the story of the Balkans of today through the filter of yesterday’s Yugoslavia. We want to do so through the eyes of the reporter, the pen of the writer and the pencil of the artist, who will help us visualise the feelings, emotions and reality of our journey firsthand.

The union of these three elements – photography, illustration and the written word – will result in a final graphic reportage.

The story develops on three levels: a personal tale of a journey to rediscover something lost in the past though ever present, a journalistic report to showcase the facts and tell new stories, and a visual side, embodied by the keen eye and pencil of the artist, able to cast light on subtle aspects. Each monument is a piece of Yugoslavian history, leading to a visual showcase juxtaposing past and present lives, bringing old stories into the now.

In order to thank you for your support, because it’s thanks to you that this project is being made a reality, we’ve come up with a few small ways to show our gratitude:

10 euros: A huge THANK YOU! Your name will be mentioned in the acknowledgements page in our report.

15 euros: Your name will be in our acknowledgements page, and you’ll get a postcard from us from the country of your choice. As ugly or kitsch as you like!

20 euros: Your name in the acknowledgements, plus an ugly postcard and the PDF of our graphic reportage, once complete.

25 euros: Your name in the acknowledgements, 2 stickers, an amazing (or hideous) postcard of your choice, and the PDF of our report.

30 euros: Your name in the acknowledgements, an amazing handwritten and hand-sketched letter especially for you sent during our journey, 5 stickers, and the PDF of our report.

50 euros: your name in the acknowledgements, a handwritten letter, plus an original photo from our report printed for you in 20×30cm format, along with a printed edition of our report.

100 euros: Your name in the acknowledgements, a handwritten letter, a canvas print or a photo, plus a printed booklet of our report.

200 euros: Your name in the acknowledgements, a handwritten letter, a canvas print, a booklet of our report and a small 3D model of a Spomenik!

To infinity and beyond: We will come and hug you. Seriously.

kkk

Contatti del referente

Veronica Tosetti
Stefano Fasano
Eliana Albertini

spomenik.fuorirotta@gmail.com