IN LOCO D’OGNE LUCE MUTO

Autori

Giampiero Vietti

Descrizione

PROGETTO

 

“IN LOCO D’OGNE LUCE MUTO”

[testo originale]

“Del resto, questa forse è la notte famosa in cui tu finirai di essere bambino. Non so se qualcuno te l’ha detto. Di questa notte i più non si accorgono, non sospettano nemmeno che esista, eppure è una netta barriera che si chiude d’improvviso.”

― Dino Buzzati, Il segreto del Bosco Vecchio

 

Dalla luce il buio. Dal buio la luce. Il desiderio di esplorare il buio, di respirare l’oscurità, per ri-conoscere la luce. Di camminare sui sentieri di quell’Italia in estinzione che custodisce la notte, indispensabile ai bioritmi di flora e fauna quanto al benessere dell’uomo, e mantiene aperta una finestra su quell’universo di cui sembriamo non curarci più. Proverò ad ascoltarne i suoi fiati e i suoi silenzi. Le sue ombre e le sue creature. I suoi fantasmi e i miei, che ho quasi 40 anni e quando ero bambino, come tanti, avevo paura del buio e ora fatico a ricordare quel malessere.

Quattro tappe dal Nord al Sud dell’Italia, il paese industrializzato con il più alto tasso di inquinamento luminoso e la maggior alterazione della notte, esplorando alcuni dei territori della penisola che ancora, in parte, conoscono un ciclo naturale della luce, dalle valli Aurina e Senales, in Alto Adige, attraverso le Barbagie e il Supramonte nella Sardegna orientale, dalla regione del Lago di Bolsena al Parco del Pollino in Basilicata.

In Loco d’Ogne Luce Muto è un progetto di arte visiva e narrativa. Gli itinerari verranno percorsi a piedi con zaino, tenda e attrezzatura in spalla. I pernottamenti cercheranno di evitare quanto più possibile l’utilizzo di luce artificiale. L’esigenza documentativa non dovrà pesare sulla spontaneità del progetto: l’intento è piuttosto di raccogliere tracce di questa esperienza nei modi e nei tempi più naturali al cammino e all’itinerario (principalmente utilizzando fotografia analogica, disegni, testimonianze audio di interviste a abitanti del luogo e suoni al buio).

Gli itinerari di cammino saranno dureranno dai 4 ai 7 giorni per ognuna della 4 tappe (riservandosi margini di modifica in corso del programma se le condizioni meteo, fisiche o le scelte artistiche/narrative lo richiedessero). L’arrivo in loco verrà effettuato tramite treno, bus o mezzi pubblici (traghetto per la Sardegna). Il progetto prevede anche sopralluoghi in alcuni osservatori astronomici italiani, in grotte e miniere dismesse visitabili nei territori esplorati.

 

“IN LOCO D’OGNE LUCE MUTO”

[English Version]

“After all, this is perhaps the famous night when you end up being a child. I do not know if anyone told you. Of this night, most people do not notice, they do not even suspect that it exists, and yet it is a clear barrier that suddenly closes. “

– Dino Buzzati, The Secret of the Old Wood

From the light to the darkness. From the darkness to the light. The desire to explore the darkness to re-discover the light. To walk on the paths of that almost extinct Italy that guards the night, indispensable to the biorhythms of flora and fauna as to the well-being of man, and keeps a open window on that universe we seem to no longer care. I will try to listen to its breath and its silences. Its shadows and its creatures. His ghosts and mines, who are almost 40 years old and when I was a child, like many others, I was afraid of the dark and now I struggle to remember that malaise.

Four stages from the North to the South of Italy, the industrialized country with the highest rate of light pollution and the greatest alteration of the night: I will explore some of the territories of the peninsula that still partly know a natural cycle of light, from Valle Aurina and Senales, in Alto Adige, through Barbagia and Supramonte in eastern Sardinia, from the Lake Bolsena region to the Pollino Park in Basilicata.

In Loco d’Ogne Luce Muto is a visual and narrative art project. The itineraries will be covered on foot with backpack, tent and equipment on the shoulder. Overnight stays will try to avoid the use of artificial light as much as possible. The documentary need will not have to weigh on the spontaneity of the project: the intent is rather to collect traces of this experience in the most natural ways both for the journey and the itinerary (mainly using analogue photography, drawings, audio interviews with inhabitants of the place and sounds in the dark).

The walking itineraries will last from 4 to 7 days for each of the 4 stages (reserving margins of modification during the program if the weather conditions, physical or artistic / narrative choices require it). Arrival on site will be by train, bus or public transport (ferry to Sardinia). The project also includes inspections in some Italian astronomical observatories, in caves and disused mines that can be visited in these territories.

 

CROWD-FUNDING REWARDS

RICOMPENSE:

[testo originale]

1) 5 euro: n°5 “tracce audio dal buio”

2) 10 euro: n°5 “cartoline dal buio”

3) 20 euro: n°1 copia del libro In Loco d’Ogne Luce Muto che racconterà il progetto

 

REWARDS:

[English Version]

1) 5 euros: five “audio tracks from the dark”

2) 10 euros: five “postcards from the dark”

3) 20 euros: a copy of the book “In Loco d’Ogne Luce Muto” that will tell the project

 

GALLERIA IMMAGINI

Mappa della brillanza artificiale del cielo notturno. L’italia maglia nera tra i G20.
Le quattro aree in cui saranno percorsi gli itinerari a piedi

 

Valle Aurina: la “via” verso la salvezza di Marko Feingold

 

Val Senales: la fuga di Oetzi

 

Lago di Bolsena: la regina Amalasunta

 

Barbagie e Supramonte: la maschera dei i mamuthones

 

Parco del Pollino: i pellegrinaggi alla Madonna del Pollino

 

Codice di Madrid: l’astronomo maya

 

Apocalisse con la Sofia Celeste e La Madonna Nera (manoscritto dell’XI sec.)

 

Il Sogno di Costantino, Piero della Francesca. Il cielo è speculare rispetto alla realtà

 

 

LUOGHI DI VIAGGIO

 

Contatti del referente

giampiero.vietti@gmail.com